Associazione "Sbandieratori e Musici di Velletri"
Vicolo dell'Arco, 25  00049 Velletri
L'Associazione Sbandieratori e Musici di Velletri ha raccolto nel 2012 l'eredità culturale e storica del corteo storico rinascimentale collegato alla disputa del Palio delle Decarcie. Tale realtà ha visto la luce nel 1995, grazie all'allora assessore al turismo del comune di Velletri, Nicola Ferri, che in occasione della Festa dell'Uva  organizzò un palio ed un corteo in costume storico.
Il corteo fu ispirato alla realtà veliterna del 1500. Furono presi come riferimento storico i Capitoli speciali del Vescovo Governatore della città, il Card. De Cupis detto il cardinal di Trani, del 1550, in seguito confermati dal Card. Serbelloni nel 1559, in cui si procedeva all'istituzione dei 'conservatori della pace' nonche a definire in maniera dettagliata il sistema di governo ed amministrazione di Velletri, libero comune.
Il corteo storico ha costituito la struttura portante e qualificante del Palio delle Decarcie, torneo equestre della corsa all'anello, in cui le Decarcie si contendono l'assegnazione del Palio. La presenza delle Decarcie, antica suddivisione della città, è documentata fin dal 1200.
La loro esistenza, attestata dagli statuti comunali del 1544, scompare alla fine del secolo XVI; nei primi decenni del ’600 nelle fonti si inizia a parlare di  ‘Rione di sotto’ e ‘Rione di sopra’ (dabbàlle e dammònte). La delimitazione delle decarcìe è basata su fonti archivistiche, quali protocolli notarili e 'stati delle anime' della parrocchia di S. Clemente della prima metà del ‘600. Sul loro numero e denominazione, questa la realtà dei secc. XV-XVI :
- Santa Maria del Trivio, con le chiese di S. Maria Assunta in Cielo e di S. Apollonia 
- Santa Lucia, comprendente anche  l’ex convento del Carmine
- San Salvatore, comprende la chiesa di S. Salvatore  -
- Castello,  comprende Piazza del Comune, il Palazzo Comunale, il Palazzo del Delegato Apostolico, le chiese di Santa Maria  del Sangue, San Michele Arcangelo e San Lorenzo,la Chiesa dei santi Pietro e Bartolomeo 
- Collicello, comprende la chiesa di san Martino e Palazzo Romani
- Portella, il quartiere intorno alla cattedrale.
Pagina Facebook del Palio delle Decarcie
L'Associazione ha curato a partire dal 2012 il corteo storico legato al Palio delle Decarcie, collaborando attivamente con il Gruppo Equestre Folcloristico Citta' di Velletri.
ello stesso tempo è stato messo in atto un impegnativo e minuzioso lavoro di recupero e restauro dei vestiti e materiali propri del corteo, arrivati  non in condizioni ottimali. Il lavoro di coinvolgimento della realtà cittadina nelle attività connesse alla preparazione e realizzazione del corteo storico e del Palio delle Decarcie prosegue da parte della nostra associazione, pur   nella difficoltà di far diventare parte della città una manifestazione, che giunta nel 2015 allla sua edizione del ventennale, non è stata compiutamente valorizzata e fatta crescere.

Il corteo storico ha avuto comunque la possibilità di esibirsi e partecipare a  numerose manifestazioni, anche al di fuori delle mura cittadine riportando plausi e riconoscimenti per la qualità dei figuranti e degli abiti, aderenti ai canoni storici e figurativi del periodo rievocato. Particolarmente qualificanti le partecipazioni al Carnevale Romano ed alla Girandola di Castel Sant'Angelo, manifestazioni che hanno visto i nostri costumi percorrere le strade e le piazze più belle di Roma.
Blog ufficiale Corteo storico Ass.ne Sbandieratori e Musici di Velletri
IL CORTEO STORICO